contatti   |

 

-

Front-page

Highlights

  • Accogliendo l’auspicio espresso in proposito dall’AEEG - Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas – A2A, Casartigiani, CNA, Confagricoltura, Confapi, Confartigianato Imprese, Confcommercio Imprese per l’Italia e Confesercenti hanno sottoscritto l’importante accordo sulla conciliazione paritetica.

    La procedura rappresenta uno strumento per la risoluzione stragiudiziale di alcune tipologie di controversie, non risolte da precedenti reclami, concernenti i rapporti di fornitura di energia elettrica e gas, sia nel mercato tutelato che nel mercato libero, tra imprese clienti aderenti alle Confederazioni ed A2A Energia S.p.A., società unica di vendita del Gruppo A2A. La procedura si caratterizza per rapidità ed informalità, semplicità di accesso e di svolgimento. L’iter per la conciliazione potrà essere attivato per le controversie che abbiano ad oggetto accertamenti, contestazioni e gestione delle problematiche relative alle forniture di energia elettrica o gas quali: ricostruzione dei consumi in seguito ad accertato malfunzionamento del contatore ai sensi delle delibere dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas; contestazioni relative a tematiche connesse alla fatturazione dei consumi, gestione della riduzione di potenza o sospensione della fornitura per contestata morosità del cliente; disattivazione del misuratore su richiesta del cliente non eseguita; gestione delle problematiche connesse all’emissione di bollette.

    L’ufficio di Conciliazione è costituito da operatori abilitati, rispettivamente di A2A e delle Confederazioni, che hanno frequentato specifici corsi di formazione, requisito necessario al fine del riconoscimento dell’abilitazione. I conciliatori dovranno comportarsi in maniera imparziale e neutrale, al fine di favorire quanto più possibile il raggiungimento di un compromesso sostenibile per le parti. Durante tutto il periodo interessato dal processo di conciliazione saranno sospese le azioni di A2A Energia S.p.A. volte al recupero del credito oggetto di conciliazione. L’attivazione su scala nazionale sarà preceduta da una fase di sperimentazione della durata di 12 mesi, al termine della quale A2A e le Confederazioni si riservano di verificarne l’efficacia e concordare eventuali modifiche.

    Obbiettivo dell’accordo, già sperimentato in occasioni analoghe, è migliorare i rapporti fra le Piccole e Medie Imprese e i fornitori di energia, secondo il principio della customer satisfaction.

  • Dal 1° gennaio 2011 Asm Energia e Ambiente S.r.l., Bas-Omniservizi S.r.l. e A2A Servizi al Cliente S.r.l. sono state incorporate mediante fusione in A2A Energia S.p.A..
    La società unica di vendita che è sorta si focalizza sulle attività di vendita di elettricità e gas e sui servizi commerciali collegati (call center, sportelli e fatturazione).
    In particolare è nato un operatore di primaria rilevanza sul mercato energetico nazionale, con circa 2 milioni di clienti (grandi industrie, PMI, condomini e clienti domestici) concentrati soprattutto nell’area metropolitana milanese e nelle province di Brescia e Bergamo.
    Si tratta di un ulteriore passo nel processo di efficientamento e razionalizzazione societaria inteso a rendere il Gruppo ancora più competitivo sui mercati liberalizzati.
    I clienti lombardi possono continuare ad affidarsi a servizi di qualità e vicini al territorio, risultati finora una “carta vincente” per il Gruppo, come attestano gli ottimi risultati rilevati nelle indagini di customer satisfaction e nelle speciali graduatorie periodicamente stilate dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas.

  • Con decorrenza dal 1° gennaio 2011 hanno avuto efficacia il conferimento del ramo di azienda “Ciclo Idrico” da parte della controllante A2A S.p.A. e l’operazione di scissione del ramo di azienda “titolarità dei clienti finali del business idrico della provincia di Brescia” da parte di A2A Energia S.p.A. (ex Asm Energia e Ambiente S.r.l.) a favore della società A2A Ciclo Idrico S.p.A..
    Nello specifico la società svolge le seguenti attività:

    • ricerca, produzione, approvvigionamento, captazione, adduzione e trasporto, trasformazione, distribuzione e vendita dell’acqua per usi primari, industriali e agricoli;

    • raccolta e trattamento delle acque reflue;

    • utilizzo e recupero delle energie del ciclo idrico integrale delle acque;

    • gestione, manutenzione e sviluppo delle reti idriche e fognarie e degli impianti di captazione, di potabilizzazione e di depurazione delle acque.

  • A2A si è classificata tra le aziende italiane “Carbon Performance Leader 2010” secondo il Carbon Disclosure Project, l’ente che rappresenta oltre 500 investitori istituzionali e da oltre 10 anni fornisce un'analisi delle modalità con le quali le più grandi aziende mondiali contrastano le emissioni di gas a effetto serra.

  • In data 11 marzo 2011 il Consiglio di Amministrazione di Ecodeco S.r.l., una delle società della Filiera Ambiente del Gruppo A2A, ha nominato il dott. Enrico Friz Amministratore Delegato dell’azienda. Con il rinnovo dei vertici della controllata si intende consolidare il processo di sviluppo della società nell’ambito della Filiera Ambiente del Gruppo A2A, con l’obiettivo di ottimizzare le sinergie organizzative e di processo e di potenziare l’offerta di servizi ambientali.

  • In data 15 marzo 2011, nell’ambito delle discussioni relative a un nuovo progetto industriale riguardante il Gruppo Edison e la struttura dell’azionariato di TdE, è stata concordata tra A2A S.p.A., Delmi S.p.A. ed EDF S.A. una modifica dei patti parasociali relativi a Edison S.p.A. e Transalpina di Energia S.r.l. con la previsione di una proroga al 15 settembre 2011 della scadenza della eventuale disdetta di tali patti. In assenza di disdetta, i patti avrebbero dovuto essere rinnovati per i successivi tre anni.

    Veniva inoltre contestualmente stabilita la nomina dei consiglieri di amministrazione di Edison S.p.A. e Transalpina di Energia S.r.l. per un periodo di un anno da parte delle assemblee degli azionisti in sede di approvazione dei rispettivi bilanci di esercizio. In data 15 settembre 2011 EDF S.A., A2A S.p.A. e Delmi S.p.A. hanno concordato di prorogare al 31 ottobre 2011 la scadenza dei patti parasociali relativi a Edison S.p.A. e Transalpina di Energia S.r.l..

  • 3SE, consorzio costituito dalle società inglesi Shanks Waste Management e Scottish and Southern Energy, ha scelto la tecnologia Ecodeco per la realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti ubicato nella regione dello Yorkshire. In particolare Ecodeco S.r.l., società del Gruppo A2A, sarà il fornitore del progetto e delle tecnologie e costruirà l’impianto che tratterà i rifiuti provenienti dalle città di Barnsley, Doncasteer e Rotherdam. Il valore della fornitura supera i 26 milioni di euro ed è previsto che a Ecodeco S.r.l. saranno anche riconosciute royalties per i prossimi 25 anni di concessione su ogni tonnellata di rifiuto trattato. L’impianto sarà destinato al trattamento di 250.000 t/a di rifiuti solidi urbani residuali dalla raccolta differenziata e servirà circa 350.000 famiglie. Al termine del processo di trattamento si otterrà un combustibile secondario che sarà utilizzato in un impianto multifuel destinato alla produzione di energia elettrica. Vetro, plastica e metalli saranno recuperati realizzando una sezione dedicata alla produzione di compost. Il contratto prevede che i lavori di realizzazione dell’impianto inizino entro la primavera del 2013 e i primi rifiuti saranno trattati nel 2015.

  • In data 30 maggio 2011 A2A S.p.A., unitamente a Stirling Square Capital Partners, socio di maggioranza di Metroweb S.p.A., hanno sottoscritto un accordo per la cessione al Fondo infrastrutturale F2i e a IMI Investimenti delle proprie quote azionarie (rispettivamente 23,5% e 76,5%) di Metroweb S.p.A.. L’operazione ha determinato un incasso per A2A S.p.A. pari a circa 53 milioni di euro e una plusvalenza di circa 38 milioni di euro. A2A S.p.A. continuerà a possedere nel proprio portafoglio la titolarità di un prestito obbligazionario convertibile che le consentirà, qualora esercitato, di detenere una quota azionaria in Metroweb S.p.A. fino a un massimo del 25% e un diritto di cessione, valido fino al 30 novembre 2013, alle stesse condizioni previste dalla transazione effettuata maggiorato di un rendimento finanziario.

  • In data 27 luglio 2011 A2A S.p.A. ha acquistato il residuo 5,05% del capitale sociale di Abruzzoenergia S.p.A. detenuto da soci di minoranza. In forza di tale operazione A2A S.p.A. risulta proprietaria del 100% del capitale sociale della società.

  • In data 3 agosto 2011 il Consiglio di Gestione ha approvato la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2011.